Eros Cara J

La storia di Eros: da interprete ad artista

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

Eros nasce ad Oristano nel 1981 e cresce tra Francia e Italia, seguendo i genitori nei loro spostamenti lavorativi, fino al raggiungimento dell’etá adolescenziale.

Laureato a Cagliari in lingue sul percorso per interpreti e traduttori, da subito inizia a lavorare per alcune fra le maggiori agenzie di interpretariato dell’isola.

Data la forte crisi del lavoro in Europa, negli ultimi anni (fino al 2011), alterna la sua attività di interprete ad altri impieghi temporanei, sia in Italia che all’estero.

Di seguito la sua storia.

Stanco di ricevere grandi pacche sulle spalle, complimenti per la mia professionalitá, serietá ed esperienza e continue promesse che non venivano MAI mantenute, e stanco di essere sempre sottopagato e ormai consumato dai continui e ridicoli contratti, nel 2011 mi sono traferito in Australia con mia moglie per intraprendere un nuovo percorso.

Ho iniziato a lavorare fin dall’età di 16 anni ed è solo svolgendo due lavori contemporaneamente (talvolta tre) che sono riuscito a mantenermi all’Università e portare a termine gli studi. In Australia, per rimettermi in gioco, ho dovuto fare ricorso a molta umiltà e dimenticare di essere un laureato e un interprete di professione; mi sono rimboccato ancora una volta le maniche e sono ripartito da zero.

Ho lasciato il passato alle spalle e ho ricominciato, con il sogno di trasformare il mio hobby per il disegno in una vera e propria professione, cercavo un cambiamento radicale.

Ho iniziato a Perth, lavorando prima all’aeroporto, poi come barista e successivamente come barman e bar manager (dopo i relativi periodi di apprendimento, dato che erano lavori che non avevo mai svolto prima); questi impieghi, per i quali sono sempre stato pagato puntualmente e con tutti gli straordinari aggiunti in busta paga e talvolta perfino con degli “extra” mensili come ricompensa ai dipendenti per il buon lavoro svolto, mi hanno consentito di risparmiare denaro e investirlo nell’attività artistica che avevo in mente.

É stato un lungo ed estenuante learning process, molto intenso ma pieno di soddisfazioni, per il quale ho trascorso intere notti, negli ultimi tre anni, a “studiare” con accanimento, tramite tutorials amatoriali trovati in rete, l’utilizzo e l’applicazione delle varie tecniche artistiche, classiche e digitali, al fine di raggiungere l’obiettivo che mi ero preposto. Pur guadagnando bene, le mie entrate non mi consentivano di affrontare gli oneri dei vari corsi di formazione, per cui mi arrangiai come potei.

Negli ultimi tre anni, dal mio arrivo in Australia fino ad oggi, ho dunque lavorato con ostinazione, una media di 14 ore al giorno, sette giorni su sette. Ma, a differenza dell’Italia, qui i miei sforzi sono stati tutti ricompensati pienamente. Ho trovato molte opportunità e molti clienti che hanno apprezzato la mia arte, l’hanno acquistata e mi hanno permesso di andare avanti, incoraggiando il mio percorso, e dandomi sostegno e aiuto concreti.

A tre anni di distanza, anche se il mio é ancora un “work in progress”, i risultati sono i seguenti:

  • Ho avviato la mia attività, e ora lavoro con il marchio registrato The art of Eros Cara J.
  • Lavoro con una clientela internazionale e ho da poco preso anche contatti con svariati editori Australiani interessati al mio lavoro. Mi sono specializzato nelle tecniche più varie e ora faccio loghi; graphic designs; designs commerciali; murales; t-shirts; fumetti; illustrazioni di ogni genere e copertine; CD; posters; fumetti e graphic novels e qualsiasi altra cosa possiate immaginare, nel settore della “visual art”, offrendo la migliore qualità disponibile sul mercato e tecniche all’avanguardia. Ho avviato collaborazioni a vari livelli con musicisti, scrittori e commercianti di vario genere, per espandere al massimo la mia attività e far conoscere il mio lavoro.
  • Mi sono specializzato, tra le altre tecniche, nell’airbrushing e fra i vari lavori svolti, ho creato il mio primo murale in un Café di Kalamunda (Perth – WA) su una superficie di quasi sei metri, ottenendo la prima pagina sul giornale locale relativa al rinnovo e cambio di gestione del Café. All’inizio pensai fosse un caso isolato, ma poi con il tempo imparai con piacere che la serietà e il fatto di onorare gli accordi qui sono la regola, non l’eccezione.
  • Ho creato il mio primo sito web, riconosciuto dal provider del servizio come il miglior sito 2014/15.
  • Ho creato il mio primo fumetto – anche questo (ovviamente) retribuito – (“Valkyrie Chronicles: return of the Asgard“), che a sole 24h dalla sua pubblicazione su Amazon, é diventato primo best seller in ben due categorie di vendita.

Ora mi sono trasferito con mia moglie alla Gold Coast (QLD) perché qui, grazie alle nuove leggi e al pugno di ferro con cui le autorità locali hanno gestito la situazione degli Studi Tattoo, ho avuto la possibilitá di iniziare un “apprenticeship” per diventare un artista tatuatore e poter “convertire” la mia arte in “tattoos”, con la fortuna di poter lavorare con serenità e interesse genuino per l’arte.

Insomma, per farla breve, la mia esperienza in Australia mi ha dimostrato che qui le possibilitá, per chi ha un po’ di tenacia e molta voglia di lavorare e mettersi in gioco, sono pressoché infinite. Gli Australiani sono un popolo aperto, disponibilissimo e interessato alle novità e molto, molto onesto e corretto.

Da quando sono qui non mi é ancora capitato che un australiano cercasse di raggirarmi, non pagarmi o, molto semplicemente, non mantenesse la parola data. E credetemi… é un bel cambiamento. Qui le cose si fanno, e si fanno seriamente! Trasferirmi é stata probabilmente la migliore scelta della mia vita.

Se un giorno la situazione cambierà in Italia, avrete sempre e comunque la possibilitá di rientrare, ma nel frattempo non avrete buttato all’aria la vostra vita con opportunità mancate. Ho viaggiato tanto e so bene che partire, soprattutto la prima volta, non é mai semplice; Ma sappiate che per cambiare vita non c’é solo l’Australia, anche tanti altri Paesi potranno offrirvi maggiori opportunitá.

Scegliete di vivere la vostra vita da protagonisti, perché comunque vada, e per quanto le decisioni da prendere possano essere difficili, sará sempre meglio che subirla passivamente, mortificati dal senso di impotenza generato da sistemi sociali ormai al collasso.

Per chi fosse interessato alle attivitá di Eros, consigliamo di visitare il suo sito web, The Art of Eros Cara J.

 

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.